CONTROLLO DEI REQUISITI ACUSTICI PASSIVI DEGLI EDIFICI
PER CHI ACQUISTA NUOVI IMMOBILI

Se l’appartamento appena acquistato risulta particolarmente rumoroso è possibile ottenere un risarcimento pari a circa il 20%-30% (esistono in merito numerosissime sentenze che oramai hanno fatto Giurisprudenza).

Soluzione acustica offre la possibilità di valutare, attraverso misurazioni fonometriche, il rispetto dei limiti definiti dal d.p.c.m. 05/12/1997 per i seguenti componenti architettonici:

 

  • Potere fono isolante di elementi di separazione tra diverse proprietà

  • Isolamento acustico di facciata

  • Rumore da calpestio di solai

  • Rumore degli impianti a funzionamento continuo e discontinuo

RISPARMIA FINO AL 30% SUL COSTO DELLA CASA

Il rumore può essere causa di disturbo e di danno in più luoghi e circostanze, ma il luogo dove forse l’insorgere di questa forma di inquinamento suscita le più diffuse vivaci reazioni è l’ ambiente domestico urbano.

A determinare il disagio acustico che affligge ormai la maggior parte delle abitazioni cittadine concorrono molteplici fonti: da quelle esterne (traffico veicolare di ogni genere, attività industriali e commerciali in genere, cantieri), a quelle interne all’edificio stesso (ascensori, impianti di riscaldamento, attività dei vicini), su molte dei quali risulta però assai spesso difficoltoso e complicato intervenire per ridurre, come andrebbe fatto il disturbo all’ origine.

(R. Spagnolo, Manuale di acustica applicata, Città studi edizione)

HAI BISOGNO DI UN ESPERTO IN ACUSTICA ?

FISSA UN APPUNTAMENTO PER UN PREVENTIVO GRATUITO

Potrai parlare con uno dei nostri esperti per analizzare il tuo problema di rumore e intervenire con soluzioni veloci ed efficaci per l’isolamento acustico o l’insonorizzazione di aziende, edifici e studi di registrazione.

PER LE RISTRUTTURAZIONI ?​

IL RISPETTO DEI REQUISITI ACUSTICI PASSIVI DEGLI EDIFICI N CASO DI RISTRUTTURAZIONI

Come si è espresso il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici

 

Il  D.P.C.M. 5 dicembre 1997 nel definire come campo di applicazione “gli edifici ed i loro componenti in opera”, non ha precisato che la normativa introdotta si applica soltanto alle nuove costruzioni; di conseguenza, a parere della Sezione, le relative disposizioni, ed in particolare il rispetto ed il soddisfacimento dei requisiti acustici passivi, devono essere applicate anche in caso di ristrutturazioni di edifici esistenti che prevedano il rifacimento anche parziale di impianti tecnologici e/o di partizioni orizzontali o verticali (solai, coperture, pareti divisorie, ecc.) e/o delle chiusure esterne dell’edificio (esclusa la sola tinteggiatura delle facciate), oppure la suddivisione di unità immobiliari interne all’edificio, cioè in definitiva tutti gli interventi di ristrutturazione che interessino le parti dell’edificio soggette al rispetto dei requisiti acustici passivi regolamentati dal D.P.C.M. 5 dicembre 1997, come desumibile dal decreto stesso.

PER I PROGETTISTI E LE IMPRESE

L’ottenimento dei valori di Legge non è difficile né molto oneroso se ricercato in fase di realizzazione, mentre diventa più complesso e costoso, quando non addirittura impossibile, a cose fatte.

In fase progettuale, applicando le opportune tecniche costruttive, è infatti possibile scegliere materiali di basso spessore o a basso costo, ricavando notevoli economie sul costo generale dell’opera.

Terminato l’intervento edilizio, il direttore dei lavori assevera l’agibilità dell’immobile dichiarando anche il rispetto dei requisiti igienico-sanitari compreso il rispetto dei parametri individuati nella tabella B dell’allegato A del D.P.C.M. 05/12/1997; a tale scopo allega una relazione redatta e firmata da un tecnico competente in materia di acustica ambientale, che può avvalersi dei risultati di rilievi strumentali eseguiti in opera.

VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI ?

Scrivi a 

info@arsolutionitalia.com

Chiama

 +39 3381825711

ARSolution è in grado di offrire il servizio di classificazione acustica secondo la norma UNI 11367

ARSolution offre assistenza tecnico-acustica per la realizzazione di edifici a norma del D.P.C.M. 05/12/1997, consistente in:

 

  • Valutazione di Clima Acustico

  • progettazione, in collaborazione con i Vs. Tecnici, di interventi tipo (solaio, facciata, partizione interna e impianti idraulici bagno e cucina), con descrizione delle opere e indicazione dei materiali idonei

  • calcolo previsionale per i Requisiti Acustici Passivi degli edifici

  • misurazione in corso d’opera dell’efficienza acustica del campione

  • eventuali modifiche migliorative

  • direzione lavori acustici (indispensabile per le garanzie)

  • collaudo finale per gli appartamenti tipo

  • Perizia (con utilizzo dei dati di collaudo)

Alcuni dei nostri lavori

verifica-acustoca-di-facciata-roma-300x225
direzione-lavori-acustici-rivoli-300x225
collaudo-acustico-Grugliasco-300x225
Collaudo-acustico-tetto-Caselle-300x225
progetto-di-insonorizzazione-home-cinema-225x300
Requsiti-acustici-passivi-Crotone-225x300
IMG_20140916_103943
Requisiti-acustici-passivi-Hotel-Roma

CONTATTACI

  • Facebook Icona sociale
  • LinkedIn Icona sociale
  • Twitter Icon sociale
  • Google+ Icona sociale
  • YouTube Icona sociale

TORINO - Via Chiri 2A, 10091 Alpignano (TO)

ROMA - Via G.B. Tiepolo 3, 00012 Guidonia Montecelio (RM)

REGGIO CALABRIA - Via Nazionale 15, 89040 Monasterace (RC)

Tel. 338-1825711

Informativa sul trattamento dei dati personali e sull'uso dei cookie

© 2018 by ARSolution s.r.l.s. - P.IVA 03014760809.

Nome *

Email *

Tel. *

Indirizzo

Messaggio

Requisiti-acustici-passivi-Hotel-Roma